Poltrone in pelle: il design che caratterizza ogni ambiente della casa

Moderne oppure classiche, ma sempre scenografiche, dalle linee iconiche oppure innovative, le poltrone sono pezzi di arredamento che caratterizzano l’ambiente e catalizzano l’attenzione. Quello che fa la differenza nella scelta di una poltrona non è tanto la sua dimensione, ma è quel mix di materiale, forme e stile che fa di un modello anonimo delle vere e proprie poltrone di design.

Scegliere bene le poltrone per ogni ambiente della casa è importante, e per farlo bisogna tenere conto di quei fattori che rendono la seduta accogliente, invitante e rilassante. Posizionare le poltrone in maniera strategica nei diversi ambienti della casa è utile sia perché una o più poltrone forniscono delle comode sedute in più al soggiorno, ma soprattutto perché contribuiscono a comporre quell’equilibrio compositivo che rende un ambiente raffinato e accogliente. Per esempio, in un soggiorno di medie dimensioni dove non riescono a trovare spazio un divano ad angolo o un paio di divani, l’aggiunta di una poltrona moderna in pelle serve a completare la zona conversazione rendendo il living più invitante e accogliente. Accostata a un tavolino d’appoggio e a una lampada da lettura, la poltrona diventa immediatamente un punto caldo e intimo del living. In commercio si sono modelli per tutti i gusti: dal sapore vintage oppure dalle linee minimal, integrabili dal pouf poggiapiedi o dalle sagome iconiche, sono tutte poltrone che si possono accordare al resto dello stile scelto o che possono diventare una accattivante isola a sé.

Colori vibranti accendono lo stile contemporaneo della poltrona in pelle

La scelta più classica parte sicuramente dal rivestimento in pelle, il materiale tradizionale in fatto di sedute che, dai tempi dei triclini dell’Impero Romano alle poltrone Chesterfield che fecero la comparsa nella ricca Inghilterra Vittoriana, è stato protagonista dell’arredamento di differenti epoche. Ancora oggi le poltrone in pelle sono la scelta indovinata per portare un tocco di calore all’arredamento, abbinate a uno stile minimal- essenziale rendono più intimo e accogliente l’ambiente, tanto nelle versioni dalle cromie classiche come il marrone o il nero quanto nelle pelli accese da colori vibranti e vitaminici. Comode e accoglienti, trasformiste nel loro sapere essere a proprio agio tanto in un ambiente giovane e dinamico quanto in un ambiente che evoca suggestioni vintage, ecco due modelli che denotano ricercatezza: l’intramontabile poltrona Vanity Fair e la raffinata semplicità di Ginger.

  • Disegnata Renzo Frau, la poltrona in pelle Vanity Fair è ritenuta l’archetipo per eccellenza della poltrona moderna ed è nota nel mondo per la tipica forma bombata e la lunga fila di chiodini in pelle che rifiniscono schienale e braccioli, una garanzia per chi vuole regalare stile alla zona conversazione o all’angolo lettura del soggiorno.
  • Ginger di Roberto Lazzeroni conquista invece con le sue forme essenziali e la perfezione delle linee arrotondate che delineano un guscio di cuoio e pelle protettivo e accogliente. Una seduta elegante e confortevole attorno al tavolo da pranzo e, nella versione girevole nella zona studio.

Il posto giusto per le poltrone di design

Ci sono angoli della casa che solo una poltrona di design riesce ad arredare con successo, quasi come se certe poltroncine fossero state pensate proprio per quello. Ecco allora che quei modelli di sedute di ispirazione anni 50, troppo piccoli per essere divani e troppo grandi per passare per poltroncine, sono la soluzione versatile per impreziosire ingressi, creare piccole zone di relax in soggiorno o anche in camera da letto. Perfetta allo scopo la poltrona in pelle Brooklyn disegnata da Jean-Marie Massaud, con la seduta rivestita in PelleFrau che si apre come una conchiglia in un’ampia e comoda seduta senza braccioli. Sempre di Jean-Marie Massaud la poltrona novità della collezione 2017 proposta da Poltrona Frau è Jay Lounge. Trova il suo spazio ideale nell’angolo della casa pensato come la zona privilegiata da dedicare a se stessi, alla lettura e al relax. Questa seduta rappresenta l’archetipo della bergère con la sua seduta modellata attorno al corpo. In una rivisitazione contemporanea, le geometrie di questa poltrona alleggeriscono i volumi e aumentano il comfort della seduta con sedile e schienale indipendenti l’uno dall’altro, una base girevole a 360° e il completamento di un pouf, dal design altrettanto scultoreo.

Pin It