Vasi di vetro per fiori

Quando nasce il vaso? Un po’ di storia non guasta mai….

 

La storia del vaso affonda le sue origini nell’antichità: i primi vasi nascono per necessità di uso domestico di conservare a lungo ed avere a disposizione in ogni momento scorte di pesce, formaggi, carne, legumi, ortaggi e frutta.

Il lavoro del vasaio era circondato da un’aurea di mistero e di magia: egli era colui che domando il potere del fuoco riusciva a creare dall’argilla informe, oggetti utili alla comunità.

E come sovente accade tra gli artisti contemporanei, molti artigiani vasai del passato custodivano gelosamente le proprie tecniche di lavorazione artistica.

Gli antichi vasi Etruschi, Greci e Romani, sono opere d’arte di grandissimo pregio.

I committenti apprezzavano particolarmente i vasi finemente decorati che diventavano altresì oggetti ornamentali delle loro case.

E così il vaso, da oggetto di uso quotidiano diviene anche un ornamento assumendo quella doppia veste di utilità e bellezza che oggi conosciamo.

 

Vasi in vetro: cosa li rende così speciali?

 

Non si sa precisamente quando nasce il vaso di vetro.

vasi vetro: ingrosso online

Pero’ era già presente nell’antica Roma dove i vasi in vetro, finemente lavorati con la tecnica a soffio, venivano utilizzati per contenere pomate, unguenti, spezie, balsami e per impreziosire il sapore del vino durante i banchetti.

Gli speziali del Medioevo , antenati dei moderni farmacisti, utilizzavano vasi di vetro per conservare le medicine perché il vetro meglio di qualsiasi altro materiale era in grado di conservarne le virtù.

 

Il vaso di vetro nelle case moderne: la sua utilità

 

Ancora oggi , nelle nostre case, come nelle farmacie degli speziali, amiamo conservare i sughi le marmellate e prodotti sott’olio e sottaceto in vasetti di vetro che ne preservano al meglio il gusto.

La prova tangibile della proprietà di conservazione del vetro si ha gustando la nota bevanda Coca Cola: nella bottiglietta di vetro il sapore è sublimato.

 

Dal vaso in vetro semplice a quello stile Murano

 

Ancora oggi, come nelle case degli antichi Romani, i vasi in vetro assicurano anche un risultato impeccabile dal punto di vista decorativo: solo che noi usiamo abbinarli a fiori e piante.

In questo caso il risultato estetico è di tutto rispetto ed il prezzo dei vasi è estremamente economico.

Un’idea creativa è quella di costruire una sorta di giardino verticale.

In questo caso si possono riciclare gli stessi vasetti in vetro che usiamo per le conserve che riempiremo con delle piantine grasse che richiedono poche cure.

I vasetti verranno appesi ad una rete metallica e porteranno allegria alle pareti di casa o del balcone.

Un’altra idea è di creare un mini orto in cucina coltivando nei vasetti di vetro dei germogli.

La cucina sarà più verde ed allegra e i bambini andranno matti per quest’idea.

Inoltre se si è amanti di oli naturali si può trasformare una mensola del bagno in un angolo beauty: riempiendo i vasetti di vetro dalle forme particolari dei nostri oli essenziali preferiti.

Se si vuole soddisfare un bisogno puramente estetico e dare un tocco di raffinatezza alla nostra casa, il vetro soffiato di Murano o similare fa al caso nostro: delicati disegni di diversi colori fatti di linee curve farfalle, fiori, cerchi e talvolta bolle all’interno danno un tocco magico all’ambiente.

 

Tra le virtù del vaso di vetro quella inaspettata: realizzare sogni

 

Un vaso in vetro è funzionale, bello, riciclabile, artistico e decorativo.

Ma può diventare anche il custode del tuo prossimo sogno.

Il vaso di vetro più grande che si ha in casa può diventare un salvadanaio dove svuotare gli spiccioli del borsellino e nelle tasche.

A mano a mano che si riempirà vedremo il nostro desiderio diventare tangibile.

Pin It