Tutto sulle garze grasse

Le garze grasse sono un genere di medicazioni monouso, molto utili per curare le scottature e le altre ferite caratterizzate dalla perdita degli strati più esterni della pelle (ad esempio, piaghe da decubito, ulcere superficiali non essudanti). Questo perchè le garze grasse non si attaccano alla zona lesionata e possono essere rimosse facilmente dopo essere state applicate. Sono sempre presenti negli ambulatori, tuttavia è necessario sapere come si cura una scottatura od una piaga per poterle sfruttare al meglio.

Le garze grasse si caratterizzano per una struttura a maglia larga (per la precisione, uno strato di cotone oppure di tulle), impregnato di alcune sostanze, di solito paraffina, fitostimoline, vaselina e similari. Queste sostanze, applicate su ferite con perdita di pelle, favoriscono la rigenerazione cellulare e, di conseguenza, la guarigione della lesione. Bisogna ricordare che le garze grasse sono adatte per medicare ferite non profonde, lievi, ma che possono interessare anche ampie aree del corpo.

La caratteristica delle garze grasse è proprio la capacità di non aderire alla ferita ed alla pelle circostante, garantendo quindi l’areazione della ferita ed un drenaggio adeguato. Una garza normale, infatti, a causa della coagulazione di sangue, può rimanere attaccata alla cute (in questo caso, quando si cambia la medicazione, si può riaprire la ferita); usando invece una garza grassa (e quindi oleosa), si può essere sicuri che la benda non rimanga attaccata alla cute. Quindi, il cambio di medicazione risulta estremamente facile, ma non tutti i tipi di ferite vanno medicate con una garza grassa. Infatti, le garze grasse sono indicate per le ferite, le piaghe, le ustioni e le ulcere vascolari agli arti inferiori, caratterizzate da fuoriuscita di sostanza.

I vantaggi offerti dalle garze grasse sono

  • azione parzialmente occlusiva
  • il fatto che favoriscono la riepitelizzazione delle ulcere superficiali non essudanti
  • nessuna capacità assorbente
  • il fatto che, insieme ad esse, si possono usare anche creme e pomate antibiotiche oppure altri farmaci ad uso topico
  • si spostano facilmente e non devono essere fissate con cerotti adesivi
  • sono molto economiche
  • hanno un effetto calmante sulla cute lesa
  • rendono il cambio della medicazione indolore, dato che non si attaccano alle abrasioni
  • prevengono la macerazione delle ferite
  • evitano che si formino croste sulle ferite.

garze grasse e iodoformiche

 

I tipi di garze grasse

Esistono diversi tipi di garze grasse, ognuna indicata per alcuni usi particolari piuttosto che per altri, a seconda della sostanza contenuta in essa. Le garze grasse possono essere adesive oppure no, e sono disponibili in vari formati e misure. Sono disponibili in confezione singola oppure in rotolo: in quest’ultimo caso, a causa del particolare intreccio della garza, è possibile tagliare la medicazione nelle dimensioni volute, senza sfilacciature, a seconda dell’uso che se ne desidera fare. Inoltre, alcune garze grasse sono intrise soltanto di paraffina oppure di vaselina neutra, mentre ad altre sono aggiunte sostanze antibatteriche oppure antisettiche. In questo caso, le garze grasse proteggono le ferite e le piaghe anche da funghi, batteri ed infezioni.

Inoltre, le garze grasse intrise di clorexidina (che rilasciano gradualmente la sostanza disinfettante a contatto con la ferita) sono ideali per le abrasioni e prevengono un possibile attacco batterico. Invece, le garze grasse imbevute con acido ialuronico sono particolarmente indicate per medicare piaghe da decubito di lieve entità. Infatti, queste garze mantengono umida la ferita ed asciutta la pelle dell’area circostante, stimolando in questo modo la rigenerazione dei tessuti.

L’applicazione della garza

L’applicazione delle garze grasse è molto semplice: devono essere messe a contatto diretto con la ferita (ricordatevi che la ferita deve essere prima pulita e disinfettata accuratamente). Tuttavia, è necessario ricoprire le garze grasse con altre garze sterili (in alternativa, si può fissarle con un bendaggio). Le garze sterili e il bendaggio avranno la funzione di assorbire gli essudati. Le garze grasse sono studiate appositamente per la medicazione di ustioni lievi e superficiali (fino al 2° grado), perché non si attaccano alla pelle della zona ustionata. Per questo spesso sono utilizzate come medicazione di come primo intervento, in attesa di un consulto medico.

Pin It
  • Fabrizio Calderan

    Questo tipo di garze necessitano di una conservazione a temperature specifiche o potrebbero per esempio essere tenute anche nel kit di primo soccorso in auto (dove la temperatura supera anche i 40 gradi in estate)?