Superenalotto, come mantenere l’anonimato in caso di grosse vincite?

Molte volte si gioca al lotto senza grosse aspettative, pensando che le vincite possano capitare solamente agli altri. Non ci si domanda mai che cosa fare in caso di una grossa vincita, perché si ritiene che questa possibilità sia remota e quasi impossibile. Vediamo invece come comportarsi nel caso eccezionale di aver vinto una grossa somma al Superenalotto e volere giustamente mantenere l’anonimato. L’unica possibilità di incassare i soldi vinti a qualunque gioco è quella di portare il tagliando originale, che è l’unico titolo valido al portatore. In base alla quantità di denaro vinto ci sono diverse possibilità di riscossione, che vanno consultate presso il sito ufficiale del Superenalotto. Il problema di come mantenere l’anonimato non è semplice e la prima cosa da fare è sicuramente quella di conservare la calma e comportarsi come se niente fosse accaduto. Bisogna sforzarsi di fare finta di nulla, continuare ad andare al lavoro e a svolgere le proprie attività quotidiane come se non fosse capitato niente di nuovo.

Bisogna fare una copia della schedina vincente in maniera riservata, dentro le mura di casa propria con una fotografia dal cellulare o una scansione al PC che non possa essere vista da nessuno; le istruzioni per farsi pagare le vincite sono sul retro del biglietto, oppure sul sito Internet ufficiale del Superenalotto. Per incassare il premio bisogna recarsi fisicamente in uno dei tanti centri Sisal muniti di un documento valido, codice fiscale, una stampa della giocata vincente e il codice del proprio conto di gioco. È consigliabile andare in un negozio lontano dalla propria zona di residenza o da dove si è acquistato il biglietto vincente. È bene firmare con il proprio nome e cognome il biglietto originale e depositarlo in una cassetta di sicurezza della propria banca di fiducia.

Il proprio stile di vita non va assolutamente modificato e, dopo aver messo al sicuro il biglietto originale, bisogna recarsi da un avvocato ed informarsi su eventuali problematiche legali che potrebbero insorgere. La privacy è obbligatoria ed i gestori dei punti Sisal faranno di tutto per riuscire a pubblicizzare i biglietti vincenti in maniera da attirare altri giocatori. Si legge spesso sui giornali di vincite enormi e della caccia al fortunato, che la maggior parte delle volte vuole rimanere anonimo. Gli avvoltoi sono presenti ovunque, una grossa vincita cambia radicalmente la vita e attira improvvisamente un gran numero di amici e di enti di beneficenza che si sentono in diritto di chiedere offerte. Per ricevere i soldi in modo anonimo è meglio costituire con il proprio avvocato un fondo fiduciario al quale dare la procura di ritirare il denaro senza problemi burocratico.

Le vincite al Super Ena Lotto non sono esenti da tasse in qualunque modo esse vengano riscosse, sia in una volta sola che sotto forma di rendita. Per riuscire a pagare meno tributi è consigliabile versare i soldi in un fondo fiduciario, perché sono meno tassati e possono creare meno problemi in caso di successione. Se il biglietto vincente è stato acquistato con dei soldi derivanti da denaro in comune con il coniuge, la vincita spetterà anche a quest’ultimo e andrà divisa in caso di divorzio. Volendo pagare meno tasse e mantenere l’anonimato più a lungo, si può donare una parte del denaro facendo firmare al destinatario un accordo di riservatezza che lo costringerà a mantenere il segreto per almeno cinque anni. È bene mettere il denaro in una banca privata adibita a questo scopo, affidandosi al consulente finanziario che, con la massima riservatezza, suggerirà il modo migliore per investire i soldi in modo segreto e redditizio.

Pin It