Come presentarsi ad un colloquio di lavoro

Abbigliamento per un colloquio di lavoro

 

Il colloquio di lavoro è uno dei momenti più importanti quando si è alla ricerca di un impiego, ed è una di quelle occasioni dove la prima impressione conta.

Ecco perché è fondamentale fare attenzione a come ci si presenta, anche dal punto di vista del vestiario.

Una regola imprescindibile è quella di vestirsi in modo appropriato al ruolo e all’azienda per il quale ci si è candidati.

Per esempio, se ci si trova a dover sostenere un colloquio come avvocato è impensabile presentarsi con jeans e sneakers.

Allo stesso modo, se si sta concorrendo per una posizione da parrucchiere, indossare giacca e cravatta non è proprio l’outfit più adatto.

 

Come vestirsi per il lavoro aspirato

 

Oltre a prediligere un abbigliamento consono alla posizione lavorativa aspirata, per vestirsi bene, in generale è sempre bene optare per uno stile sobrio ma nel quale trasparisca anche la personalità, per evitare di risultare troppo anonimi.

Le donne dovrebbero comunque evitare scollature e gonne corte, poichè alcuni potrebbero reputare il mostrare “troppo” come indice di poca serietà o di insicurezza, quindi è meglio evitare.

Se si concorre per una posizione lavorativa in ufficio o simili, dove quindi è richiesta una certa formalità nel vestiario, per la donna la scelta migliore è il tailleur, eventualmente facendo attenzione a non sceglierne uno troppo classico, soprattutto se si è giovani.

come vestirsi bene ad un colloquio di lavoroMeglio prediligere quindi modelli dal taglio contemporaneo, più adatti all’età della candidata.

Una valida alternativa è quella di indossare dei pantaloni dritti o altri modelli che disegnano la figura senza essere troppo attillati, abbinandogli una camicia o una blusa.

Sopra, ovviamente, una bella giacca. Per l’uomo, invece, sono consigliati gli irrinuciabili completi, quindi pantalone, camicia, giacca e cravatta.

Oppure, se l’azienda non richiede un outfit troppo formale, vanno benissimo anche pantalone, camicia e cardigan.

Se, invece, si ambisce a un impiego in un settore creativo, allora è fondamentale far emergere la propria personalità, utilizzando accessori e dettagli particolari, ma sempre senza esagerare.

Per quanto riguarda i colori, i migliori sono quelli neutri e semplici, come il nero, il blu, il beige, il grigio e il marrone, ma anche il cipria e le tonalità pastello, perfetti sia per la donna che per l’uomo.

Meglio evitare, invece, i colori troppo accesi e vivaci, a meno che il colloquio non sia per un lavoro creativo o nel campo della moda, dove qualche tocco di colore ed estrosità sono invece apprezzate.

 

Regole per completare il look da colloquio

 

È importante che gli abiti scelti per il fatidico colloquio siano adatti all’età, al fisico e alla personalità del candidato che deve sempre sentirsi a proprio agio e far trasparire la sua sicurezza in se stesso.

Da evitare anche gli indumenti usurati, prediligendo i capi più nuovi, comprese le scarpe che devono essere tassativamente coordinate all’abbigliamento.

A tal proposito, le donne non dovrebbero mai scegliere modelli con tacchi troppo alti, ma optare, invece, per un mezzo tacco.

Oltre ai vestiti, è fondamentale anche non eccedere con accessori e gioielli, evitando quelli troppo costosi e appariscenti. Infine, meglio essere sobrie anche con make up, acconciature e profumo (o dopobarba negli uomini), senza rischiare di esagerare.

Pin It