Esercizi Push Press: la tecnica del Trainer Umberto Miletto

Allenare le Spalle
Certamente tutti cerchiamo di ottenere un ottimo fisico attraverso esercizi di ogni possibile tipologia, così da cercare di non tralasciare nessuna parte del corpo. Nonostante questi sforzi però, molto spesso le parti che vengono tralasciate sono quelle più scontate, ovvero gambe e spalle. Ed è proprio di quest’ultime che andremo a parlare. Difatti molte persona pensano che praticando un qualsiasi esercizio riguardante le parte superiore del corpo, le spalle verranno allenate di conseguenza. Questa affermazione non è del tutto errata, ma bisogno lo stesso dare alle spalle il loro dovuto trattamento. L’esercizio di cui andremo a parlare riguarda particolarmente l’allenamento del Deltoide, il muscolo che ricopre tutta la corrispondente articolazione e che risulta essere il più voluminoso dell’intero distretto del corpo, piazzandosi ai lati delle spalle e possedendo una caratteristica rotondità.

Il Push Press

Esistono svariati esercizi che possono allenare questo particolare muscolo, ma tra le varie scelte possibili, troviamo fondamentale senza dubbio il Push Press. Per svolgere questo stupendo esercizio nella maniera corretta, necessario risulterà l’uso del bilanciere. Nell’esecuzione ad essere coinvolti saranno ovviamente il Deltoide, ma anche il Trapezio ed il Tricipite. Tramite l’allenamento sarà possibile sviluppare parecchia forza nei muscoli coinvolti che ne beneficeranno di certo.

L’Esecuzione del Push Press

Per partire al meglio con questo esercizio, risulta consigliabile che il bilanciere si trovi già sopra elevato, magari su un appoggio specifico e soprattutto stabile dove poi riporlo alla fine della serie o della ripetizione, così da non sforzarci ulteriormente nell’azione di portare il bilanciere sulle spalle o riporlo poi nella sua posizione iniziale. Si afferra dunque questo bilanciere e si ci mette in posizione. Le gambe dovranno essere mediamente divaricate, non troppo mi raccomando. Una volta portato il bilanciere alle spalle piegando le braccia, lo si dovrà portare al di sopra della testa. La difficoltà dell’esercizio sta appunto in questo, ma non temete. può sembrare arduo ma tutto il procedimento sarà facilitato da un piccolo movimento da parte delle gambe. Bisognerà infatti piegare leggermente il ginocchio così da creare una piccola spinta che supporterà il sollevamento del bilanciere. Subito dopo questo piccolo movimento, bisognerà distendere l’intero corpo. É per questo che l’esercizio si distingue da un classico Military Pres, permettendoci inoltre di lavorare con pesi massimali con una conseguente fatica minore. In seguito a questa operazione bisognerà ritornare alla posizione iniziale, facendo tornare il bilanciere alle spalle piegando le braccia e piegando nuovamente le gambe per ripetere l’operazione di spinta e distesa. Quando l’esercizio sarà concluso, riportare lentamente il bilanciere al suo appoggio iniziale, così da evitare movimenti bruschi e infortuni indesiderati.

Accortezze e Consigli utili

Nonostante l’apparente semplicità dell’esercizio ci sono delle semplici accortezze che possono aiutarvi nella corretta esecuzione di questa operazione.
-In primis dovete ricordare che una volta che avrete attuato la procedura di spinta e flessione, il peso verrà scaricato sul deltoide e i gomito solamente. Non bisognerà dunque scaricare sulle gambe il peso, in quanto queste serviranno solamente per la spinta e la facilitazione dell’esercizio.
-Nonostante l’esercizio risulti più semplice rispetto al Military Press, non bisogna sottovalutarlo. Infatti potremmo si lavorare con pesi nettamente maggiori con più libertà, ma non per questo bisognerà sovraccaricare il deltoide. In caso di infortunio la situazione precipiterebbe vertiginosamente, in quanto gli infortuni alla spalla procurano parecchio dolore e l’impossibilità di eseguire anche le opzioni più semplici, provocando fastidi inopportuni e di certo indesiderati.
– Infine fate parecchia attenzione alla forma. Anche se il peso risulta idoneo alle vostre capacità, una scorretta esecuzione potrebbe lo stesso provocare fastidio e, nella peggiore delle ipotesi, infortuni che richiederebbero del tempo per essere risolti.Spero che questa semplice guida, insieme ai consigli, possano essere stati di vostro gradimento. Curate per bene la forma dei vostri esercizi e arriverete lontano, potendo così ammirare i risultati del vostro percorso nel mondo della palestra. Alla prossima!
Pin It