HACCP e sicurezza alimentare: come si stila il manuale di autocontrollo?

Questo viene comunemente definito, come piano di autocontrollo e questo è richiesto obbligatoriamente, da tutte le aziende che operano nel settore alimentare, per poterne garantire, quelle che sono le norme igieniche.

Lo scopo di questo documento è quello di poter evidenziare, quelli che sono punti critici, che vengono individuati durante il processo di lavorazione, di tutti i prodotti alimentari, e di come questi, vengono gestiti e manipolati.

Questo permette di evidenziare, quello che è il grado di rischio, ma anche i provvedimenti, che possono essere attuati, per tenerli sotto controllo, così da poter garantire al meglio, quella che è la salute di tutti i consumatori.

Questo deve essere costantemente messo a disposizione, di tutti gli operatori dell’azienda, che manipolano i vari alimenti.

Come si scrive a questo manuale?

Si compone di due parti, una descrittiva e una operativa, quest’ultima, viene utilizzata in maniera quotidiana, da tutti gli addetti ai lavori, così da poterne evidenziare le criticità.

Per quanto riguarda la parte descrittiva del manuale, questa deve indicare diversi elementi.

Un primo, sono i riferimenti normativi, nonché le parti descrittive, riguardo all’igiene degli alimenti. Poi si dovranno descrivere nello stesso, quelli che sono i dati dell’azienda e una sua descrizione.

Questa deve puoi contenere, l’elenco dei lavoratori e del responsabile di questo documento.

Bisogna poi poter effettuare nello stesso, quella che è una descrizione, di tutti i locali e delle attrezzature che vengono utilizzate. Infine bisogna descrivere, quelli che sono i ruoli e le responsabilità nella gestione del documento stesso.

Nel documento, bisogna riportare tutte quelle che sono le procedure, che vengono adottate dall’azienda, come il trasporto merci, lo stoccaggio, l’addestramento che viene dato, la gestione dei rifiuti, la manutenzione dei locali e molti altri fattori.

Attraverso poi, quelle che sono delle schede preimpostate che devono essere aggiornate tempestivamente, durante il turno di lavoro, possono essere evidenziate, le eventuali criticità e le procedure da dover correggere.

Ogni operatore poi, deve necessariamente avere, quello che è un attestato, che provi le sue competenze.

Questo va attentamente conservato, all’interno della sede operativa dell’azienda, così che possa essere costantemente a disposizione, così ad esempio, da essere messo a disposizione, dalle autorità competenti che ne richiedono la sua visualizzazione.

Redigere questo genere di documento non è sempre semplice, ma ci sono aziende che sono in grado di aiutarci, come ad esempio la Saltech, che mette a disposizione, un personale qualificato, che potrà aiutarci, in ogni fase di compilazione di questo documento, perché tutto possa essere a norma per l’azienda stessa, e apportare se necessario, quelli che sono i dovuti cambiamenti, per renderla il più regolare possibile.

Difatti una mancata attuazione di questo documento, o il fatto di non redigerlo nella maniera corretta, porta a conseguenze molto gravi, visto che si ha a che fare, con quella che è la salute delle persone.

Il rischio è di subire pesanti sanzioni o di vedere chiusa, quella che è la propria attività, con un conseguente danno economico di notevole portata.

E’ dunque importante, attivarsi per avere questo documento con sé, ed averlo sempre aggiornato nei dovuti modi.

Quindi, se non si è completamente convinti, di averlo redatto nella maniera corretta o se lo dobbiamo elaborare, sono moltissime le aziende, come quella citata in precedenza, che saranno sicuramente in grado di aiutarci e di poterlo stilare in maniera corretta, così che potremo lavorare, nella massima trasparenza e tracciabilità, ed avere tutto sotto controllo, nel massimo rispetto delle leggi vigenti.

Pin It