La tua mistress al telefono

Inginocchiati servo, ascolterai la mia voce in ginocchio. Sei tu che hai chiamato la tua padrona, e adesso ti umilierai dinanzi alla sua superba figura da dea altezzosa e superba. Inginocchiati e tieni basso lo sguardo, ascolta la sua voce che ti ordina di spogliarti, non alzare gli occhi, solo la sua voce ti basterà per farti eccitare, e se eseguirai tutti gli ordini forse la tua dea ti darà il permesso di segarti, e di godere del tuo corpo.

Padrona al telefono 24

Lo sapevi già prima di alzare la cornetta e fare il mio numero, che la tua Mistress al telefono ti avrebbe fatto soffrire, nessuno può guadagnarsi il piacere di godere, tanto meno lo puoi fare tu inutile servo senza nessuna spina dorsale. Inginocchiati e pulisci le tue scarpe con la tua lurida lingua, non avrai altra padrona che ti darà gli ordini se non la tua unica e magnifica Dea. Sono io che possiedo la tua testa, sono io che possiedo la tua lingua, il tuo corpo e il tuo piccolo pezzo di carne che in mezzo alle gambe ambisce ad essere toccato dalle tue mani. Io lo so perché hai chiamato , lo hai fatto perché sai benissimo che sei un essere inferiore, un essere che ha bisogno di soffrire per godere. Sofferenza e godimento, queste sono le uniche parole che saranno stampate nella tua testa alla fine della telefonata con la tua Mistress al telefono. Soffrirai, sicuramente lo farai mentalmente e forse anche fisicamente, perché farai tutto ciò che la tua inflessibile padrona ti ordina. Vorrò sentirti chiedere umilmente il permesso di godere e forse quel permesso te lo negherò, perché non te lo sei guadagnato. Inginocchiati schiavo e attendi gli ordini dalla tua unica dea sublime. Forse vorrò sentirti deglutire mentre nell’attesa della punizione pensi al dolore che ti attende, forse ti sentirò ansimare mentre con le mani al colmo dell’eccitazione ti seghi, forse ti sentirò urlare mentre la tua crema calda lascerà il tuo bigolo di carne, per depositarsi su quel pavimento, che ti farò lucidare con la lingua prima di lasciarti a pensare per tutta la notte alla tua padrona al telefono.

Ricordalo…sarai sempre il mio schiavo.

Conosco gli uomini come te, persone che ambiscono alla sofferenza estrema perché conoscono il loro grado di inferiorità. Vorresti inginocchiarti dinanzi a me, ma dovrai farti bastare la mia bellissima voce, forse la tua lei ti fa fare sesso solo una volta alla settimana, forse non hai una donna con cui sfogarti, forse lei ti tratta rudemente ma non certo come faccio io, forse ancora vuoi rovare cosa si prova a guadagnarsi l’orgasmo. Conosco tutte le motivazioni che portano alla sofferenza, quelle motivazioni che ti spingono a cercare una Mistress al telefono. Vorresti sentire il sibilo della frusta, vorresti avvertire il caldo della cera sul tuo corpo, o forse vorresti essere penetrato rudemente con un grande strap on vibrante. Non importa cosa vuoi tu, perché tu sei mio, appartieni alla tua regale padrona e nulla potrà far cessare questo stato di cose. Inginocchiati servo e nobilita la tua regina leccando il pavimento, sono sicura che vorresti che ci fossero i miei stivali, su quel pavimento, stivali da baciare, leccare, lucidare. Sei un lurido schiavo e io la tua magnifica padrona, godi di questo e non alzarti da terra, perché gli schiavi stanno sempre…in ginocchio.

Pin It