Arredo, la lavanderia in un bagno piccolo

Una soluzione per uno problemi più frequenti: dove sistemare la lavatrice quando si ha un bagno con poco spazio?  Idee e suggerimenti su come arredare un bagno piccolo quando non si dispone di un locale lavanderia.

Lavanderia in un bagno piccolo

Avere a disposizione un bagno piccolo potrebbe essere veramente un grosso problema, soprattutto per chi vorrebbe sistemare una lavatrice. Lo spazio ridotto non potrebbe dare spunto a soluzioni estetiche di pregio, anche perché, nell’arredo bagno moderno, è uso e costume nascondere la zona lavanderia alla vista per motivi estetici e salvaspazio. Sicuramente, la lavatrice resta un elettrodomestico fondamentale per migliorare la vita domestica, però e anche un oggetto ingombrante che riduce le possibilità di usufruire del locale, oltre ad essere rumorosa quando ad esempio è in funzione è la centrifuga. Decisamente, non è proprio l’ideale per chi decide di prendersi un momento di relax e chi sta pensando come arredare un bagno piccolo.

D’altronde, le abitazioni sono sempre più piccole e ridotte rispetto al passato, soprattutto locali quali la cucina e il bagno. Quando manca la possibilità di ricavare in casa un locale lavanderia e, cosa che succede spesso, viene a mancare un locale di mezzo come l’antibagno, diventa fondamentale che quando ci si arrovella su come arredare un bagno piccolo si pensi anche a come farci entrare la lavanderia. In passato si risolveva il problema posizionando la lavatrice in cucina, ma oltre che essere anti igienico, ora lo spazio è stato preso dalla lavastoviglie. Inoltre, bisogna anche tenere conto che nell’angolo o nella nicchia si deve sistemare l’elettrodomestico in modo da poter aprire lo sportello e rendere le operazioni di carico e scarico biancheria agevoli.

Lavanderia in bagno piccolo, cosa fare

Sicuramente, bisogna misurare con precisione la superficie del locale, considerando l’eventualità di abbattere un muro o di ricavare uno spazio nella parete, o crearne una. Ovviamente poi, è importante sapere la grandezza dell’elettrodomestico da sistemarci dentro. È vero che le lavatrici hanno misure standard, però ogni modello può avere caratteristiche diverse. Oltre allo spazio disponibile, dovranno essere considerate le esigenze personali. Nel caso di una famiglia di 5 persone, il modello di elettrodomestico adatto sarà quello da 10 /12 kg, mentre una coppia o un single avranno un modello da 5 kg di carico, magari anche del modello slim che sono anche salvaspazio.  La soluzione più semplice è integrare la lavatrice nel bagno collocandola in una nicchia, lasciandola a vista.

Ma non tutti la pensano così e quindi occorrerà pensare a come renderla accessibile comodamente senza trascurarne la funzionalità, perché quando si è giovani non ci si pensa, ma andando avanti con gli anni ci si rende conto che piegare sempre la schiena risulterà fatica e sforzo. Si può creare una nicchia nel muro, magari rialzata, in modo da sfruttare anche lo spazio delle pareti. In altezza si potranno sistemare mensole, utilissime per posare asciugamani, prodotti per la pulizia della casa e per il bagno. Volendo, si può aggiungere una porta scorrevole o una tendina per nascondere il tutto alla vista. Quest’ultima deve essere in linea con lo stile di arredo del bagno. Si suggerisce di lasciare 3-4 cm dal pavimento in modo da non sporcarla in maniera eccessiva.

Lavatrice, l’importanza del lavabo e del box doccia

Una soluzione che può essere la svolta è quella di affiancare l’elettrodomestico al box doccia, specialmente se si dispone di un bagno lungo e stretto. Occupando lo spazio in fondo alla stanza diventa più semplice affiancare la cabina doccia e la lavatrice. Se poi si vorrà realizzare una sorta di zona lavanderia, si potrà completare l’opera impilando l’asciugatrice, altro elettrodomestico che sta spopolando nelle case ma che ingombra. Altra soluzione meno elegante ma funzionale è quella di collocare la lavatrice sotto il lavabo. Questo si può fare se si ha un lavabo di profondità di 50-60 cm, per non urtare contro la parte frontale del macchinario.

Oppure, sempre per sfruttare lo spazio sui muri, ci sono lavatrici che si possono appendere alla parete, proprio come i sanitari sospesi. Interessante proposta per chi è maniaco della pulizia e dell’igiene, visto che lascia libera la superficie. Ovviamente, vale per i modelli di dimensioni ridotte e massimo 20 kg. Di solito anche le forme sono curate e di design, per non stonare con l’arredo bagno. Tuttavia, è la soluzione più costosa in quanto l’installazione richiede la consulenza di un muratore od artigiano esperto poiché è necessario predisporre gli allacciamenti per l’acqua ed il relativo scarico, oltre alla presa di corrente e per posizionarla in una parete idonea a sostenerne il peso.

Pin It