Speaker professionista: quali qualità deve possedere per avere successo

Se il tuo sogno nel cassetto è quello di diventare uno speaker professionista, ma non sai da quale parte iniziare non temere perché in questo post ti indicheremo tutto quello che occorre sapere per poter intraprendere questa strada al fine di avere le idee molto chiare in merito e partire con il piede giusto.

Prima di addentrarci nell’argomento vero e proprio vogliamo fare una piccola precisazione: come sottolineato anche sul noto portale dedicato a servizi di speakeraggio, sixtyseven.itlo speaker professionista oltre a possedere delle abilità e competenze specifiche che si acquisiscono con l’esperienza maturata nel corso del tempo, è ad oggi una delle figure professionali maggiormente richiesta nell’ambito aziendale rientrando in quelle che sono le strategie di comunicazione messe in atto affinché quel brand, azienda o prodotto raggiunga l’utente fidelizzandolo.

Detto ciò, per poter intraprendere questa professione è necessario in primis possedere una dizione a dir poco perfetta.

Voce e dizione, dunque, sono requisiti essenziali che un individuo deve assolutamente avere ma il prerequisito indispensabile è la capacità di mantenere un’articolazione chiara, precisa e soprattutto naturale a prescindere del tipo di registrazione che dovrà eseguire.

Altre qualità sono: modulazione del tono e intensità della voce: in questo caso si fa riferimento all’importanza di saper modulare il tono della voce e l’intensità della stessa sempre in base al tipo di registrazione che dovrà effettuare.

Saper interpretare in maniera coerente il ruolo di un personaggio è fondamentale per coinvolgere emotivamente l’ascoltatore.

Pertanto, tali abilità diventano caratteristiche vincenti per il doppiaggio dei film oppure per il voice-over multilingue.

Tuttavia, c’è un altro aspetto da dover considerare per quanto riguarda il ruolo di doppiatore: deve essere capace di adattare il ritmo della sua voce alle riprese originali per far sì che il tutto corrisponda in modo coerente e perfetto.

È noto un po’ a tutti che un testo in lingua straniera per poter essere tradotto talvolta occorrono poche parole, oppure il contrario, ebbene, in questo caso il professionista deve essere in grado di adattare la velocità del suo parlato alla versione originale.

Servizi di adattamento in base alle qualità dello speaker professionista

Moltissimi sono i servizi che possono essere messi a disposizione, uno speaker professionista dovrà sempre registrare in maniera impeccabile in modo tale che il messaggio trasmesso sia credibile e chiaro.

Ad esempio, se prendiamo in considerazione una registrazione vocale per una segreteria telefonica, la dizione dello speaker oltre ad essere fluente deve essere trasmessa in modo corretto sotto ogni aspetto, non ci deve essere alcun tipo di errore linguisticamente parlando.

Soddisfare le aspettative del cliente, dunque, è una prerogativa indispensabile, per raggiungere tale traguardo, la capacità di percezione sensoriale diventa una delle peculiarità che non deve assolutamente mancare.

Come si diventa speaker professionista

Prima di tutto bisogna avere passione e dedizione nei confronti di questo lavoro, poi è molto importante seguire un corso di formazione apposito, in modo tale da imparare le tecniche basilari senza perdere la propria autenticità.

Durante le ore di lezione verranno impartiti insegnamenti quali:

  • come controllare la voce,
  • le tecniche di respirazione.
  • esercizi necessari per ottenere un tono di voce accattivante ma credibile.

In aggiunta, come per qualsiasi altra professione che si rispetti, anche in questo caso l’esperienza così come la pratica vanno di pari passo insieme.

Attenzione però ad un piccolo dettaglio: in questo post abbiamo parlato sia dello speaker professionista che del doppiatore, sebbene questi due lavori possiedano degli aspetti in comune, ce ne sono molti altri che li differenziano in maniera piuttosto sostanziale.

Per rendere chiaro quanto detto e capire quale strada si vuole percorrere, è bene sottolineare che il doppiatore presta la sua voce per il mondo del cinema, mentre lo speaker ha la possibilità di inserirsi in numerosi contesti quali:

  • presentazioni aziendali,
  • cartoni animati,
  • programmi radiofonici.

Naturalmente la stessa persona può altresì ricoprire entrambi i ruoli, il tutto dipende dagli obiettivi che si vogliono raggiungere.

 

Pin It