Come combattere il raffreddore: i metodi più efficaci

Con i primi freddi dell’autunno arrivano anche gli starnuti e il raffreddore inizia a colpire sempre molte persone. Naso chiuso, occhi rossi, stanchezza, starnuti: tutto molto fastidioso. I consigli per guarire sono da sempre gli stessi, ossia riposare, bere molto e stare al caldo. Ma per ristabilirsi da questo noioso malanno di stagione, ci sono alcuni piccoli rimedi da seguire stando comodamente a casa.

Inalazioni di acqua salata

Un toccasana efficace per contrastare i fastidi di un raffreddore è l’acqua calda salata. Il liquido serve a risciacquare il naso per decongestionarlo e liberarlo dai virus. In una tazza di acqua bollente (distillata è ancora meglio) vanno sciolti tre cucchiaini di sale e uno di bicarbonato di sodio. Si lascia raffreddare un po’ e si prosegue con l’inalazione, una narice alla volta (esistono delle pratiche bottigline apposite). Oppure si può inspirare direttamente il vapore, tenendo un asciugamano in testa per non disperderlo nell’aria.

Dormire su due cuscini

Quando il raffreddore è davvero insopportabile, la notte diventa difficile dormire sereni. Per scansare la congestione nasale è meglio addormentarsi su un paio di cuscini. Infatti sdraiarsi con il busto leggermente inclinato aiuta a mantenere il naso più libero. Inoltre in camera torna utile anche un umidificatore, soprattutto quando il riscaldamento è in funzione. In questo modo si evita il fastidio della secchezza delle mucose nasali.

Prezioso zenzero

Parlando di raffreddore, non si può non fare un cenno allo zenzero, alleato prezioso della salute. Un ingrediente che funge da antinfiammatorio, stimolante e soprattutto decongestionante. In casa si prepara una tisana al volo con acqua bollente, zenzero fresco, succo di limone e cannella. Da bere e anche da utilizzare per inalare il profumato vapore che sprigiona. Con la radice si può preparare anche uno sciroppo semplicissimo: bastano acqua calda, zenzero fresco e un dolcificante a piacere, come miele o zucchero.

Oli essenziali super versatili

Esistono piante da cui vengono estratti oli essenziali che hanno un elevato potere decongestionante, ottimi per contrastare un raffreddore. Tra questi abbiamo ad esempio menta, eucalipto, timo, lavanda, rosmarino, tea tree, che facilitano la respirazione. Si possono utilizzare da soli oppure combinati in base al proprio gusto, purchè siano puri al 100%  e soprattutto adatti all’uso alimentare.

Gli oli essenziali si sciolgono in acqua calda e poi va inspirato il vapore, con un asciugamano sulla testa per non disperdere l’essenza. Con gli oli si può realizzare anche un unguento balsamico. Si fa scaldare leggermente dell’olio di cocco oppure del burro di karitè, unendo 15 gocce di olio essenziale o del mix di oli preferito. Una volta raffreddato, l’unguento si può spalmare sul petto o un po’ sotto il naso. In alternativa se abbiamo dei sali da bagno possiamo aromatizzarli con l’olio desiderato e poi preparare un bagno caldo, con tanto vapore. Maggiori informazioni sugli oli essenziali è possibile trovarle su elisirnaturali.it

Inalazione per coraggiosi

Una soluzione valida ma per temerari, prevede un’inalazione con prodotti freschi. Basta far bollire dell’acqua in una pentola, aggiungere all’interno un rametto di timo e uno di rosmarino, uno spicchio d’aglio e mezza cipolla.

Poi gli oli balsamici rilasciati vanno inspirati attraverso il vapore, con un asciugamano sulla testa, per un quarto d’ora circa.

Pin It