Come si cura un diastema dentale

Che cos’è un diastema dentale

Nel momento in cui i denti incisivi presentano in maniera evidente una fessura abbastanza ampia e visibile, si parla nello specifico di diastema dentale. Il diastema non rappresenta un disturbo patologico, in effetti sempre più spesso è considerato soltanto un difetto dal punto di vista estetico. Tuttavia, se il diastema è abbastanza evidente e eccessivamente ampio, allora esso potrebbe generare non pochi difetti di pronuncia nel bambino o nell’adulto. Il rischio che si verifica è dunque quello di sviluppare qualche lieve disturbo nell’articolazione di suoni oppure quello di presentare una motilità della lingua decisamente ridimensionata.
Questo status potrebbe anche trasformarsi in disturbo alimentare, secchezza linguale e problemi a deglutire. Qualora il diastema compaia precocemente, frequentemente viene legato a un frenulo della gengiva ridotto. In questa specifica situazione la cura consigliata consisterebbe nell’ablazione totale del frenulo. Si tratta di un’operazione assai rapida e non rischiosa, che potrà ridure considerevolmente il difetto del paziente in maniera definitiva.

Correggere il diastema nell’adulto

Ridurre una considerevole fessura tra i denti di un adulto non è un’operazione elementare così come accadrebbe in un bambino, dal momento che la bocca è al suo stadio definitivo e i denti sono già da diverso tempo fermi nella loro posizione all’interno della gengiva.
Un’altra metodologia sfruttata per ridimensionare il disturbo nell’adulto è la sistemazione di faccette direttamente sopra la superficie del dente; in questo modo, i denti appaiono come rinvigoriti e perfettamente in linea e ogni tipo di spazio tra di essi verrà eliminato. Tra i benefici delle faccette figura il fatto di essere un trattamento non invasivo, caratterizzato da grande velocità: successo assicurato.
Saranno sufficienti pochissimi incontri con il proprio odontoiatra per offrirti un sorriso meraviglioso privo di antiestetici difetti.

Conclusioni

Tuttavia, bisogna per correttezza specificare anche un’ulteriore possibilità. Potrebbe anche accadere, e questo si verifica, nella maggioranza dei casi, proprio nei bambini, che il diastema dentale si risolva in maniera spontanea con l’arrivo di denti permanenti: in questo modo lo spazio tra incisivi verrà in automatico eliminato; nello specifico, tutto ciò avverrà nel momento in cui spunteranno i denti canini capaci di spostare gli incisivi in maniera tale da avvicinarli.
Solo in casi particolarissimi, qualora il diastema sia eccessivamente evidente e potrebbe diventare motivo di problemi più seri e complessi, l’odontoiatra potrà decidere il tipo di intervento. Il rimedio più diffuso per risolvere il problema è rappresentato dalla frenulectomia.
Un’altra valida alternativa è invece rappresentata dall’ortodonzia invisibile. Per ortodonzia invisibile si intende il fatto di indossare un apparecchio trasparente, molto efficace, che non è immediatamente visibile a occhio nudo se non avvicinandosi al paziente. Si tratta di uno dei rimedi maggiormente adottati perché poco invasivo, pratico e fortemente efficace un caso di diastema dentale e altri disturbi riguardante la struttura dell’arcata dentale.
La frenulectomia rappresenta invece il rimedio più adatto se il diastema è provocato dal frenulo: in questo caso specifico, è raccomandabile sostenere un minimo intervento di chirurgia (in genere è possibile sostenerlo tramite la tecnica laser) che permette la riduzione del frenulo per far allineare i denti in maniera semplice.

Pin It