Le funzioni delle vitamine in un’alimentazione completa e corretta

Cosa sono e a che cosa servono le vitamine

Le vitamine sono nutrienti essenziali per il corretto espletamento di numerose funzioni dell’organismo. Esse intervengono, fin dal momento del concepimento, in tutte le principali reazioni che avvengono all’interno delle cellule, favoriscono l’assorbimento dei minerali, migliorano le funzioni digestive, rafforzano le difese immunitarie, proteggono dalle malattie cardiovascolari, e molto altro. L’organismo umano non è in grado di sintetizzare le vitamine autonomamente nelle quantità necessarie, e pertanto deve assumerle attraverso l’alimentazione.

I gruppi vitaminici principali: come agiscono e dove si trovano

Da qui è facile capire quanto sia importante per il nostro organismo il poter contare su un’alimentazione equilibrata, sana, varia e multivitaminica: la nostra fortuna è di vivere in Italia, paese in cui è facile trovare ottima frutta e verdura di stagione, alimenti ricchi per il nostro fabbisogno energetico. Un’alimentazione corretta è il primo passo per un organismo funzionale e ben performante: ecco le vitamine più importanti e in che cibi è possibile trovarli.

  • Vitamina A

è indispensabile per la salute degli occhi poiché provvede al corretto funzionamento della retina e dunque della vista, migliorando anche la visibilità notturna. In quanto potente antiossidante, essa è in grado di potenziare il sistema immunitario e contrastare il processo di degenerazione cellulare e l’invecchiamento, provvedendo al benessere della pelle, dei capelli e delle ossa e in generale alla rigenerazione dei tessuti. La vitamina A già formata si trova negli alimenti di origine animale (carne, pesce, uova, latticini), mentre il suo precursore, il betacarotene (trasformato dall’intestino in Vitamina A), si trova negli alimenti di origine vegetale (frutta, verdura, legumi, cereali, ortaggi, semi). Una carenza di vitamina A può provocare problemi di cecità notturna, disturbi della cornea e problemi alla cute.

  • Vitamina B

le vitamine del gruppo B svolgono molteplici funzioni e intervengono in numerosi processi metabolici. Promuovono la salute del cervello e dei nervi, partecipano al processo di trasformazione dei macronutrienti in energia nonché alla sintesi degli aminoacidi, degli ormoni steroidei e del colesterolo, favoriscono la riproduzione dei globuli rossi e bianchi e dunque la produzione di anticorpi. La loro carenza può provocare fiacchezza, danni al fegato e al sistema nervoso, disturbi del sistema gastro-intestinale e dell’apparato cardio-circolatorio, acne, etc. Si trovano soprattutto negli alimenti di origine animale, ma anche nei cereali integrali, nei legumi e nei vegetali a foglie verdi.

  • Vitamina C

fondamentale per la protezione da virus e batteri, l’acido ascorbico rappresenta un potentissimo antiossidante e immunostimolante in grado, tra l’altro, di stimolare la produzione di collagene, costituente della cellule, di favorire la rimarginazione delle ferite, controllare i livelli di glicemia nel sangue, limitare la tossicità della nicotina, combattere le infiammazioni e persino agire come antitumorale. La sua carenza può aumentare il rischio di contrarre infezioni, stanchezza, affaticamento, dolori muscolari, indebolimento delle ossa e delle cartilagini (scorbuto). Gli alimenti più ricchi di Vitamina C sono gli agrumi, i kiwi, l’ananas, le verdure a foglia verde, i tuberi e le crucifere.

  • Vitamina D

fondamentale per il metabolismo del calcio, è indispensabile per il benessere della pelle, del cuore e delle ossa. La sua carenza può esporre al rischio di osteoporosi, problemi dermatologici e cardiovascolari. Pesce, uova, funghi e fegato sono gli alimenti più ricchi di Vitamina D.

  • Vitamina E

antiossidante e immunostimolante, indispensabile per la salute della pelle e dei capelli e per combattere le infiammazioni, aiuta a proteggere il cuore, le ossa e previene la sterilità. Ad una carenza di Vitamina E sono connessi vari disturbi cardio-circolatori, ma anche l’invecchiamento precoce. Si trova soprattutto nella frutta secca e nelle verdure.

Pin It