I migliori rimedi per i brufoli sottopelle

A chi non è capitato di avere a che fare con i fastidiosi foruncoli, magari mettendoci a disagio in giornate particolari? E si sbaglia chi pensa sia solo sfortuna, perché il classico brufolo sottopelle non è altro che una reazione dell’organismo a determinati stati, come lo stress, la produzione di sebo in eccesso, i cambiamenti ormonali ( l’adolescenza, la gravidanza, la sindrome pre-mestruale ne sono esempi lampanti), le reazioni allergiche, problemi al fegato, o una cattiva alimentazione: grazie al sito comeeliminareibrufoli.net abbiamo raccolto tanti validi consigli per la tua pelle e la bellezza del tuo viso.

Cosa sono i brufoli sottopelle

Il brufolo sottopelle non è sempre visibile (a volte presenta solo un arrossamento): lo si individua al tatto, come se fosse una cisti tondeggiante, e se ne sente la presenza perché spesso doloroso (poiché purulento). Per le forme più aggressive e dolorose è bene rivolgersi ad un dermatologo che potrà prescrivere una crema topica al perossido di benzoile. Ma molti sono i rimedi per poter curare e combattere queste imperfezioni cutanee.

Gli oli essenziali per combattere i brufoli sottopelle

Gli oli essenziali sono noti per le loro proprietà purificanti e antisettiche: infatti, passati sulla zona interessata, disinfettano rigenerando i tessuti. Facile usarli anche diluiti in maschere per il viso specifiche o nel gel di aloe vera. Tra gli oli più conosciuti e più adatti ci sono:

  • Olio di limone: adatto per le pelli acneiche e particolarmente grasse, che favorisce la cicatrizzazione e contrasta l’eccessiva produzione di sebo.
  • Olio di lavanda: aiuta a rigenerare i tessuti, e allevia le infiammazioni prevenendo gli arrossamenti.
  • Olio di mirra: è maggiormente indicato per quei brufoli particolarmente infiammati e infetti.
  • Olio di sandalo: ha proprietà antibatteriche e antimicotiche.
  • Olio di neem: estratto dall’albero usato da millenni in India per le sue proprietà medicinali, riduce il gonfiore del brufolo sottopelle, libera i pori dal sebo e dona alla pelle un’estrema morbidezza.

Rimedi Fitoterapici

Un valido aiuto assolutamente green proviene dalle piante, grazie alle loro proprietà antinfiammatorie, immunostimolanti , antimicrobiche e all’azione disinfettante. Queste erbe si assumono tramite compresse, tisane o gocce.

Molto efficace l’astragalus membranaceus utilizzabile non solo secca per preparare tisane, ma anche come tintura acquistabile in erboristeria, così come molto diffusa è l’unghia di gatto, immunostimolante e antinfiammatoria ed è ideale da utilizzare come tisana. Evitare però di usare queste due piante se si assumono farmaci immuno-soppressori. Altre piante efficaci sono la curcuma longa, antinfiammatoria e antiossidante ( da evitare per chi soffre di calcoli alla cistifellea o ulcera) e la efficacissima aloe vera, il cui succo è da lasciare in posa sul brufolo e quando si secca si può lavare via (azione da ripetere per più giorni). Tra i gemma-derivati, rilevante efficacia per l’acne giovanile del platano.

Una corretta pulizia del viso

Una corretta pulizia del viso aiuta a prevenire e a curare i brufoli sottopelle. Il vapore sul viso infatti aiuta a dilatare i pori, detergendo al pelle e ripulendola dal sebo in eccesso che ostruisce i pori stessi. Dopo aver asciugato la pelle, effettuare uno scrub delicato che garantirà quella esfoliazione che, aprendo i pori, elimina le cellule morte e l’eccesso di sebo. Applicare una maschera specifica purificante all’argilla oppure alla farina d’avena : quest’ultima va mescolata con la giusta quantità di acqua e un paio di gocce di tea tree oil e di lavanda.

 

Pin It