Perchè la legionella nell’acqua può essere un pericolo?

Legionella che cosa è e come si trasmette

La legionella è un batterio potenzialmente molto pericoloso, scoperto solo recentemente in seguito ad un’epidemia diffusasi a Filadelfia negli anni ’70. Il batterio si può trovare in 50 specie differenti e può diffondersi con molta facilità se le condizioni risultano particolarmente favorevoli.

E’ da notare che il batterio della legionella non si trasmette da persona a persona, quindi si può stare tranquilli in presenza di persone contagiate.

Il contagio, infatti avviene mediante l’acqua, in quanto la legionella nell’acqua trova condizioni particolarmente favorevoli per la sua diffusione e sopravvivenza.

Una persona contagiata dal batterio della legionella nell’acqua può essere soggetto a due tipi di casi clinici: il primo, meno pericoloso, è quello della febbre di Pontiac, che si risolve in pochi giorni. Il secondo è quello della legionellosi, molto pericoloso qualora non lo si curi in modo corretto.

legionella-nell-acquaLegionella nell’acqua
Habitat naturale del batterio e condizioni di proliferazione

Il batterio della legionella nell’acqua risulta particolarmente prolifico.

In particolare, i luoghi che possono contenere batteri di legionella sono impianti idrici, vasche, piscine, impianti di idromassaggio, impianti di condizionamento e umidificatori. Il contagio avviene mediante inalazione di goccioline d’acqua contenenti batteri infetti.

Altri modi sono mediante aspirazione d’aria infetta, oppure mediante contatto col suolo contaminato.

Le condizioni chimiche dell’acqua influiscono notevolmente sulla proliferazione del batterio della legionella. In particolare, bisogna considerare che la temperatura ideale dell’acqua deve essere compresa tra i 5 e i 50 gradi centigradi, anche se il batterio risulta inerte fino ai 22 gradi.

Inoltre, la legionella nell’acqua resiste sia in ambienti acidi che in ambienti alcalini, quindi con un ph compreso tra 2 e 8.

Prevenzione:come evitare di essere infettati dalla legionella

Il problema principale che ci si pone, e che fa maggiormente paura, consiste nel rischio di contagio di batterio della legionella. Sicuramente, per non incorrere nel batterio della legionella, è consigliabile evitare il più possibile ristagni d’acqua e controllare periodicamente che non ve ne siano.

Inoltre, conviene analizzare con periodicità per verificare l’assenza del batterio legionella nell’acqua, specie se l’acqua è ad uso domestico e pubblico.

In caso di necessità, si consiglia di aumentare la temperatura dell’acqua fino al raggiungimento dei 70 gradi centigradi. Inoltre, è possibile disinfettare l’acqua con cloro, oppure utilizzare raggi ultravioletti per ammazzare il batterio ed evitarne il contagio.

Qualora ci siano casi di contagio, è necessario recarsi immediatamente presso un medico per verificare la patologia a cui si è incorsi. Sarà necessaria una cura di antibiotici e un periodo di isolamento per neutralizzare e ammazzare il batterio della legionella.

 

Pin It