Vino: le proprietà benefiche che in molti ignorano

Il vino è una delle bevande alcoliche che piace di più, sin dai tempi più remoti, con il suo sapore intenso e la sua capacità di avvicinare le persone.

Nonostante i medici discendano di continuo consigli sull’evitare di abusare di bevande alcoliche, in vero non è un male concedersi almeno un bicchiere di bino al giorno. Se bevuto in quantità limitate, esso infatti apporta molti benefici non solo al corpo ma anche alla mente. Scopriamo dunque quali sono alcune di queste proprietà del vino che molti ignorano.

Un aiuto per la digestione

Chi ha problemi di regolarità intestinale deve sapere che il vino è in grado di mantenere l’equilibrio della flora batterica, grazie al suo contenuto di buoni batteri.

Inoltre esso è un valido aiuto per la digestione, oltre al fatto che previene molte malattie dell’apparato digerente. Secondo la scienza, concedersi dunque un calice di vino rosso al giorno aiuta a combattere i batteri patogeni intestinali, dal momento che si tratta di una bevanda ricca di vitamine del gruppo B, enzimi benefici e omega 3.

Elisir di lunga vita

Per gli eterni Peter Pan che cercano un modo di rimanere giovani e tardare l’invecchiamento, il vino rosso si appresta ad essere un riscoperto elisir di eterna giovinezza.

Secondo alcuni studi le persone che bevono vino non solo tardano il processo di invecchiamento naturale della pelle, ma vivono anche una vita più lunga rispetto a coloro che bevono altri tipi di bevande alcoliche. Questo perché, il nettare degli dei, contiene resveratrolo, sostanza in grado di mettere in moto processi positivi e reazioni chimiche che beneficiano all’organismo.

Vino come portatore di antiossidanti

La scienza ha condotto molto studi sulla composizione del vino. Ha pertanto portato alla luce una novità non do poco conto: ovvero che il vino ha al suo interno un alto tasso di antiossidanti e vitamine essenziali. Tale concentrazione si ha per la maggiore nei vini rossi. La medesima composizione è contenuta anche nei succhi d’uva. Per tale ragione si può dire che il vino rosso è in grado di fare rilassare i vasi sanguigni e di rafforzare tutto l’apparato cardiovascolare.

Un toccasana per il cuore

Non è affatto una leggenda metropolitana: il vino fa buon sangue. Non solo, esso è un toccasana per il cuore, anche grazie alle sue qualità curative che riescono a stimolare il corretto funzionamento del sistema cardiovascolare.

Ovviamente questo non vuol dire certo abusarne. Il vino resta comunque una bevanda alcolica, e in quanto tale non bisogna berne quantità eccessive, altrimenti si rischia di provocare l’effetto contrario.

Gli abituali (moderati) bevitori possono altresì godere di una memoria più nitida oltre ad avere un’attività cerebrale molto più produttiva e stimolante. Se bevuto in maniera contenuta, il vino può anche prevenire l’eccesso di zucchero nel sangue, oltre a ridurre il rischio di cancro al colon.

Creare piacevoli momenti in compagnia di una bottiglia di vino

Il vino è buono, e in quanto tale esso va assaporato come si deve. È in grado di ricreate piacevoli momenti in compagnia, per allontanarsi da una vita fatta di impegni e stress.

Le serate con gli amici diventano ancora più briose se trascorse davanti una gustosa cena e a del buon vino: quest’ultimo infatti favorisce la socializzazione ed il relax.

Pin It