Cosa vedere a Roma in un giorno

Roma è la città che tutti dovrebbero visitare almeno una volta nella vita. Un vero e proprio museo a cielo aperto, ricca di vita e di bellezza in ogni angolo. Visitare tutta la città in un giorno è praticamente impossibile, ma organizzandosi si può fare un tour abbastanza completo anche in 24 ore. Basta munirsi di mappa e scarpe comode, perché ci sarà da camminare o da usare i mezzi pubblici, come le comode linee della metro.

Il giro di Roma da Piazza di Spagna

Il giro di Roma in un giorno comincia con uno dei luoghi simbolo della città eterna: Piazza di Spagna. Con la meravigliosa scala di Trinità dei Monti e la Fontana della Barcaccia scolpita da Bernini. Per chi volesse, a pochissimi passi dalla Fontana si trova la Keats-Shelley House, l’ultima dimora di John Keats. All’interno sono custoditi manoscritti, quadri e cimeli di scrittori come lo stesso Keats, Shelley, Byron, Wilde.

Fontana di Trevi

Poco lontana si trova la Fontana di Trevi, famosa anche per le monetine che si lanciano in acqua esprimendo un desiderio. Leggenda vuole che chi getta una moneta dando le spalle alla fontana, tornerà di certo una seconda volta nella capitale.

La Roma degli imperatori

Nel giro romano non possono mancare due luoghi culto della città: i Fori Imperiali e il Colosseo. I primi sono delle antichissime piazze costruite per celebrare la gloria degli imperatori. Sulla Via dei Fori Imperiali si colloca anche l’ingresso principale al Foro Romano, il centro della vita pubblica dell’antica Roma. Vicinissimi si trovano anche Arco di Costantino e Colosseo, da visitare solo all’esterno o entrando.

Pantheon

Prossima tappa del giro di un giorno non può essere che il Pantheon. Il tempio di tutti gli dei è nato nell’epoca dell’imperatore Augusto, dopo varie vicissitudini è stato infine convertito in una basilica cristiana. La particolarità della cupola sta nel foro centrale posto sulla sommità. Un tempo era coperta da tegole dorate, per rendere visibile la luce anche a distanza.

Piazza Navona

Proseguendo a piedi, in pochi minuti si sbuca in Piazza Navona. Qui si scoprono la Fontana dei Quattro Fiumi di Bernini, la Chiesa di Sant’Agnese in Agone e Palazzo Pamphilj, con gli affreschi di Pietro da Cortona.

Una visita al Vaticano

La prossima tappa capitolina porta al Vaticano. Prima i Musei Vaticani e poi Piazza San Pietro con la sua imponente Basilica e il Colonnato di Bernini. Nei Musei si trova la celebre Cappella Sistina affrescata da Michelangelo, oltre a una serie di collezioni d’arte. I Musei hanno sempre molti visitatori e all’ingresso si forma una lunga fila di persone in attesa. Per saltare la coda c’è la possibilità di prenotare online, sul sito ufficiale dei Musei Vaticani.

Ultima meraviglia del giro romano di un giorno, la Basilica di San Pietro. La maestosità dell’esterno è perfettamente allineata con lo splendore del suo interno. Qui si scorgono la cupola progettata da Michelangelo, il baldacchino bronzeo e il monumento funebre di Papa Urbano VIII, entrambi di Bernini.

Ed ancora la Pietà di Michelangelo, il monumento di Canova per Clemente XIII e il mosaico della Navicella di Giotto. Nella Basilica c’è un settore dedicato alle Tombe dei Papi, dove molti fedeli visitano quella di Papa Giovanni Paolo II. Città del Vaticano è uno Stato indipendente, con una propria moneta e un sistema postale. Per cui eventuali souvenir, cartoline timbrate o monete, sono dei veri e propri oggetti da collezione da tenere o da regalare.

Pin It