Come ottimizzare un’immagine per la SEO?

Tantissimi gestori di siti e articolisti sottovalutano il potere delle immagini, e di conseguenza la loro ottimizzazione. Ottimizzare e indicizzare le immagini è fondamentale per il proprio sito web, soprattutto se si vuole realizzare una strategia chiara di ottimizzazione dei propri contenuti in vista Seo. Sono diversi i fattori che concorrono a spiegare quali siano le motivazioni di tale assunto, ma effettivamente sono due i fattori principali che meritano di essere presi in considerazione per spiegare, effettivamente, perché sia importante ottimizzare un’immagine per la Seo; cercando di comprendere più nello specifico che cosa si intenda attraverso questa locuzione, è opportuno spiegare anche come avvenga l’ottimizzazione di un’immagine w perché questo fattore sia essenziale per la vivibilità e la longevità del proprio sito.

 

Perché è importante ottimizzare un’immagine per la Seo?

 

Prima di considerare quali siano i meccanismi che portano all’ottimizzazione e all’indicizzazione di un’immagine in vista Seo, risulta essere importante capire effettivamente perché avvenga questo stesso meccanismo che, se in tanti casi è inopportunamente sottovalutato, risulta essere quasi essenziale per la qualità e la vivibilità del proprio sito. Effettivamente, sono due i fattori che portano a comprendere perché ottimizzare un’immagine sia assolutamente importante: il primo riguarda la velocità del proprio sito, il secondo riguarda la comunicazione del tipo di immagine scelta ai motori di ricerca

 

Il primo fattore, per quanto sia effettivamente silente in termini di visite e di interazione, è importantissimo per la longevità del proprio sito; detto in termini spiccioli, un visitatore non ama siti lenti, né pagine che si caricano troppo lentamente e impiegando troppi secondi. La maggior parte delle volte, la lentezza nel caricamento di una pagina non è soltanto dettata da questioni relative alla gestione del server, ma anche alla pesantezza dell’immagine che fatica a caricarsi in tempi rapidi, e che dunque porta l’intero processo di caricamento di una pagina a complicarsi. Ciò significa che la scelta dell’immagine va ottimizzata in termini di velocità della stessa, scegliendo magari immagini non troppo pesanti o semplicemente comprimendo le stesse in modo che si carichino in maniera molto più repentina. 

 

Il secondo fattore è, come precedentemente accennato, relativo alla comunicazione del contenuto, dal momento che l’analisi dei motori di ricerca non funziona associando l’immagine a un contenuto, ma rilevando quel contenuto stesso che deve essere comunicato da chi ottimizza un’immagine, attraverso titolo, descrizione e titolo alternativo. Tutte quelle regole che valgono per il proprio articolo valgono, dunque, anche per l’immagine associata allo stesso.

 

Come ottimizzare un’immagine?

 

Per ottimizzare un’immagine risulta essere necessario comunicare quale sia il contenuto della stessa, associando questo stesso contenuto al tipo di articolo che si è realizzato. In altre parole, quella parola chiave che viene ossessivamente ritenuta come strumento essenziale per la qualità di un proprio articolo riguarda, chiaramente, anche l’immagine scelta, e va citata all’interno del titolo dell’immagine utilizzata. Non solo, dal momento che l’immagine deve anche essere chiara in termini di descrizione e didascalia, in modo da guidare il lettore verso una comprensione globale del contenuto a cui sta approcciando. 

 

Se comunicare perfettamente sia al lettore che ai motori di ricerca è, quindi, la finalità essenziale del proprio progetto, allo stesso tempo bisogna anche capire quale sia il settore all’interno del quale cimentarsi per l’ottimizzazione della propria immagine. In termini semplici, quando si sceglie l’argomento di un proprio articolo non lo si fa soltanto dettati dalla volontà di emergere in un determinato settore, o di parlare di un preciso argomento, ma anche analizzando la specifica fetta di mercato alla quale ci si rivolge. Gli stessi fattori che riguardano l’argomento da scegliere per l’articolo che si scrive, dunque, riguardano anche il tipo di immagine che si sceglie, attraverso parole chiave correlate, argomenti associati e altre tendenze che siano direttamente correlabili alla propria immagine. Non è un caso che dal 2010, tra i fattori che determinano il ranking Seo ci sia anche l’ottimizzazione della propria immagine scelta per ogni articolo. Ciò significa che questo stesso e preciso parametro non può essere assolutamente sottovalutato.

Pin It