Come personalizzare un bavaglino per il proprio bimbo

L’idea di personalizzare il bavaglino

Con la nascita di un bimbo in famiglia scatta la gara alla consegna dei regali per il nuovo arrivato, prima di nascere e anche appena nato. Sono piccoli pensieri ma utili alla mamma e al papà per accudire il bimbo, nei suoi primi giorni di nascita. Tra questi non possono mancare i bavaglini. In commercio ce ne sono tante tipologie, ma sicuramente quelli più graditi sono i bavaglini personalizzabili per neonati. Ormai nessuno resiste più a rendere unico questo pensiero, molto gradito ai genitori. La personalizzazione del bavaglino viene decisa non solo per motivi sentimentali ma anche per la sua valenza pratica, pensando all’uso che se ne farà di questo oggetto, o meglio di questi tanti oggetti, a casa o a scuola. Già dall’ospedale sarà bene averne più di uno a disposizione, sia quando il bimbo raggiunge la mamma per la poppata, che quando sarà insieme agli altri bambini e sarà ancora più facile riconoscerlo da parte dei parenti, tra i tanti. Una volta a casa, nelle visite dei parenti e amici, sarà apprezzato far indossare il bavaglino personalizzato al bimbo, di fronte a chi glielo ha regalato, in occasione di una visita. E ancora i bavaglini saranno di fondamentale importanza personalizzati per evitare che vengano scambiati tra i bimbi, nel momento della merenda o del pranzo a scuola. Il desiderio di mostrare al mondo il proprio figlio, ostentando il nome sul bavaglino, diventa ragione pratica nella sua vita di tutti i giorni.

Cosa scrivere sul bavaglino

La scritta classica che si fa sul bavaglino del neonato è sicuramente il suo nome. Il carattere, la grandezza, il colore della scritta sono tutti dettagli da decidere, dopo che si ha avuto il bavaglino da personalizzare. Oltre a questo, dei bavaglini possono essere protagonisti anche disegni, oppure personaggi che si ritroveranno poi a personalizzare la cameretta o ricamati sui vestitini o copertine. La fantasia in questo contesto non ha davvero fine. Infatti, alcuni genitori o parenti che desiderano fare un simile regalo al neonato, scelgono anche di personalizzare i bavaglini con frasi simpatiche e scherzose, come fossero proprio i piccoli a pronunciare quelle frasi. Il momento della pappa, che sia tra le braccia della mamma dal seno o dal biberon, come anche seduto al seggiolone o a tavola, è un momento che deve essere vissuto con tranquillità e gioco, per evitare che il bimbo si stanchi e non voglia mangiare. Trovarsi a scherzare con le frasi sul bavaglino, parlargli con voce dolce e tono giocoso può essere un bel modo di tenerlo fisso sulla pappa. Frasi come Mamma ti voglio bene, Nonno mi vuole bene, Sono la principessa di papà, sono note, in fondo è desiderio comune dei genitori e parenti stretti come nonni o zii, immaginare di essere loro amati già da questo bambino così cucciolo e bellissimo.

Le tecniche di personalizzazione

Il bavaglino va acquistato prima di pensare alle personalizzazioni, dai colori e dalle forme di questo si potrà pensare al resto. Una caratteristica che incide sul risultato della personalizzazione del bavaglino è il tessuto. Di solito le bavette per neonati sono fatti in cotone con la parte verso la pappa, per così dire, è in soffice spugna pettinata, per far sì che al momento di pulire la bocca del bimbo il contatto sia delicato e non causi irritazioni ad una pelle così sensibile. Per questo tipo di tessuto è necessaria una personalizzazione con macchine apposite, dalle quali elettronicamente si possono scegliere i colori e i caratteri della scrittura, e una volta dato il via la macchina da cucire parte e cuce. Quando il bimbo si fa più grande, si possono utilizzare anche bavaglini di cotone, con una parte in tela aida, quella che si usa per i ricami a punto croce. Esperte mani amorevoli si adopereranno per scrivere con filo di cotone intrecciato, il nome, scritte varie o disegni, in questi bavaglini che assumono anche dimensioni più grandi mano mano che si cresce, dando più spazio all’area da ricamare.

Pin It