Quali sono i dpi generici per i lavoratori dell’industria?

Quando si parla dei DPI per i lavoratori del settore industriale nascono sempre numerosi dilemmi. Perché ormai gli oggetti che si possono classificare come dispositivi per la protezione individuale sono così tanti da lasciare di stucco chiunque. Bisogna quindi suddividere gli oggetti appartenenti alla categoria da quelli generici. Dunque, senza perdersi in troppi sproloqui vediamo quali sono i DPI.

I guanti e gli occhiali

Tra i dispositivi di protezione individuale più importanti in assoluto figurano i guanti e gli occhiali, utili a proteggere delle parti estremamente esposte e delicate. Gli occhiali devono essere realizzati secondo dei precisi standard, in modo da garantire alla persona la massima sicurezza possibile. I guanti invece devono offrire la protezione completa alle mani. Principalmente i guanti servono per evitare che le mani entrino in contatto con le sostanze troppo tossiche o calde, in quanto potrebbero arrecare dei seri danni alla cute. In generale, i questi due dispositivi vengono utilizzati in coppia. Non si può fare a meno di usare tali sistemi di protezione se si vuole essere sicuri di salvaguardare a 360° la salute dei lavoratori.

Le tute, le cuffie e le mascherine

Parlando dei dispositivi di protezione individuale diventa difficile dimenticarsi di tutto ciò che riguarda le tute. Queste sono tra gli oggetti più usati in quanto servono a proteggere il soggetto da inquinamenti di vario genere. La tuta è un DPI irrinunciabile e, proprio come gli altri oggetti di questo genere, va scelta con una meticolosa attenzione. I materiali di realizzazione della tuta devono essere di alta qualità per evitare che possa rompersi o strapparsi durante il lavoro. Un discorso molto simile riguarda anche la mascherina, che assume un’elevata importanza, soprattutto nei contesti industriali in cui si viene esposti alle elevate concentrazioni di gas potenzialmente tossici. Le mascherine aiutano gli impiegati nei settori dell’industria a respirare meglio evitando che i fumi industriali possano penetrare nei polmoni. Inutile dire che per offrire la massima protezione a tutti gli interessati, le mascherine debbano essere munite di vari sistemi di sicurezza, in modo da non lasciar passare nemmeno le polveri più sottili. Non ci si può dimenticare nemmeno delle cuffie, utili per proteggere le orecchie e l’udito nello specifico. Le cuffie vengono largamente impiegate in quei settori industriali in cui i lavoratori sono esposti ai rumori intensi e continui. Basti pensare al settore edile, in cui è necessario che i lavoratori vengano costantemente protetti dai rumori assordanti tipici dei cantieri.

Le scarpe

Nella lista dei DPI rientrano anche le scarpe antinfortunistiche, usate per la protezione dei piedi. La loro funzione principale è di evitare che i piedi possano essere sottoposti a traumi e tagli. D’altro canto è anche necessario che durante il lavoro siano perfettamente comode, altrimenti il disagio che il lavoratore proverà nell’indossarle potrebbe tradursi in un abbassamento graduale della qualità del lavoro. Per questo vengono fornite le scarpe protettive di diverse misure a tutti i lavoratori.

Si può fare a meno dei DPI?

Spesso e volentieri ci si chiede anche se sia possibile rinunciare a indossare i DPI per avere un maggiore comfort durante il lavoro. La risposta è senz’altro negativa, poiché per Legge tutti gli impiegati in settori potenzialmente pericolosi devono indossare i dispositivi di sicurezza utili per operare in maniera piacevole e sicura. A procedere all’acquisto di simili oggetti è il datore di lavoro. Egli deve anche controllare che tutti i dipendenti indossino i DPI correttamente.
Pin It