Alimentazione per uccellini, gli errori da non fare

Gli uccelli sono tra gli animali da compagnia più diffusi nelle nostre case. Molti infatti pensano che siano meno onerosi a curare rispetto a cani e gatti, e di sicuro più di compagnia rispetto ai pesci rossi. Ci sono diverse tipologie di uccellini da gabbia e proprio in base a questa diversità si deve trovare l’alimentazione più idonea. Perché prendere un uccellino in gabbia in casa è una cosa facile, ma tenerlo sano e in forma non è proprio facilissimo se non si sa come fare. Vediamo allora qual è l’alimentazione per uccellini in gabbia.

Alimentazione per uccellini in gabbia, cosa mangiano quelli più comuni

Tra gli uccellini da gabbia più comuni  ci sono sicuramente piccoli pappagallini, cardellini, canarini, diamantini. La prima cosa che dobbiamo sapere è come funziona l’apparato digerente di questi piccoli volatili. Il cibo viene sminuzzato col becco e poi deglutito, ma se si tratta di piccoli semini viene anche ingerito intero. A questo punto finisce in una sacca, il gozzo, dove il cibo viene schiacciato dai muscoli e poi inumidito, più o meno come facciamo noi con la saliva.

Una volta schiacciato e inumidito il cibo prosegue il suo percorso nei due stomaci, uno è quello ghiandolare, quello che effettivamente digerisce, l’altro è quello muscolare che sminuzza il cibo. Proprio questo secondo stomaco sostituisce la masticazione, ma per fare quest’operazione nel modo corretto è necessario mettere a disposizione nella gabbia del grit per uccelli o lettiera, che serve anche per integrare il calcio.

Alimentazione per pappagalli e canarini

pappagalliniIl canarino è un granivoro di base, ma può mangiare anche un pochino di frutta e di verdura, ma va somministrata in quantità limitata perché per loro la digestione delle fibre è difficoltosa.

Il pappagallo ha un’alimentazione più variegata, grazie anche al suo becco che gli consente di cibarsi di semini anche più grandi e più duri rispetto a quelli di cui si può cibare il canarino. L’alimentazione però va integrata con le proteine dell’uovo, magari un un uovo sodo ogni tanto, per esempio due volte alla settimana.

Riproduzione degli uccellini in gabbia, l’alimentazione giusta

Molti sostengono che per far procreare gli uccellini in gabbia sia necessario fornire loro un’alimentazione più ricca del normale. Questa non è solo una diceria popolare ma è di fatto una realtà. Gli uccellini in gabbia hanno bisogno di un’alimentazione più ricca e variegata se li cogliamo fa riprodurre, quindi sarà sicuramente necessario integrare.

Pin It