Perché molti credono alla cartomanzia?

Quando parliamo di cartomanzia, il riferimento va ad una pratica tramandata da generazione che consiste nella lettura del futuro nelle carte.

Tralasciando in tal sede il discorso inerente ai vari tipi di mazzi di carte (dai tarocchi, alle sibille, dalle arte napoletane, alle francesi e così via), quello che importa capire è come un’usanza tanto affascinante quanto legata a credenze popolari, sia ancora ben radicata nella nostra società.

La storia e il significato delle carte

Secondo le dicerie in Europa la lettura delle carte nasce e si sviluppa durante il Medioevo. Tuttavia le carte sono originarie dell’India, o della Cina e dell’Arabia.

Per ognuna delle carte del mazzo, c’è un significato differente. È bravura della cartomante poi sapere interpretare ed individuare il valore di ognuna di essere o combinate tra loro. Parliamo di un mazzo dal valore misterioso, che bisogna argomentare con abilità. Le cartomanti hanno tutte un sesto senso, e devono imparare ad espletare un linguaggio non verbale.

Quando si ricorre alla cartomanzia?

Questo approccio molto affascinante, resta tuttora presente nella nostra società. È sbagliato dire che la cartomanzia sia ignoranza o sia superstizione, ma rappresenta una risposta in più a delle domande che spesso non riusciamo ad argomentare come dovremmo.

Quando ci sono periodi di crisi, che possano essere economici, amorosi o di salute, le persone vanno alla ricerca di alternative, di una via d’uscita che possa agevolare la risoluzione dei problemi. La lettura delle carte, non a caso, ha l’obiettivo non solo di affacciarsi al futuro, ma di mostrare al consultante la migliore strada da seguire, magari superando gli ostacoli che la vita ci pone davanti.

La cartomanzia oggi: i servizi online

Con le moderne tecnologie le persone si approcciano ai consulti di cartomanzia con i nuovi strumenti informatici. Sono infatti molti i siti web che mettono a disposizione servizi di cartomanzia telefonica e non solo.

Oltre a poter fare delle chiamate, da telefono fisso o mobile, ci sono poi anche siti web che propongono consulti ad offerte vantaggiose attraverso le chat.

L’interpretazione corretta della cartomanzia

Cerchiamo di guardare alla cartomanzia come all’oroscopo. Un’abitudine, un uso quotidiano, che tuttavia non ha solide basi scientifiche.

Si tratta di un’arte popolana, tramandata oralmente di generazione e in generazione, per cui non esistono basi scientifiche e che si basa molto sulla sfera sensoriale.

Possiamo dunque viverlo sia come uno strumento motivazionale sia come un mezzo emotivo che fornisce quella sensazione di avere la fortuna, per una volta, dalla nostra parte. Tali sensazioni, influenzano molto la nostra mente.

Sorge dunque spontaneo domandare: se crediamo allo zodiaco, per il quale esiste una disciplina, perché risulta difficile credere nella cartomanzia? Bisognerebbe imparare ad essere meglio predisposti per una tradizione millenaria, che spesso ha convinto le persone a fare la scelta giusta.

Tornando all’analogia con l’oroscopo, se quel giorno il nostro oroscopo dice che quel giorno troveremo l’amore, ad esempio, durante tutta la giornata saremo magari più recettivi e meglio predisposti verso l’altro sesso. E magari quel giorno, l’amore lo troveremo davvero.

Comunque sia, che ci crediate o no, l’atmosfera quando si fa la lettura dei tarocchi, il fascino delle carte e del loro significato, può rendere l’esperienza affascinante in ogni suo punto.

Pin It