Organizzare eventi di beneficenza: come fare?

Organizzare eventi di beneficenza è una scelta etica che non riguarda solo le associazioni benefiche. Sono in tanti a utilizzare questi eventi come spinta promozionale e per aiutare il prossimo. Molto diffusi negli Stati Uniti, in Italia spesso sono eventi che non prevedono degli ospiti, ma sono aperti a chiunque voglia partecipare.

I recenti eventi, però, impongono una maggiore attenzione e la presenza di un responsabile (agenzia eventi Milano o professionista nel settore degli eventi) che sia in grado di rispondere alle diverse esigenze. Cosa serve per organizzare eventi di beneficenza che siano in grado davvero di essere di aiuto a chi è in difficoltà?

Organizzare eventi di beneficenza: con chi?

Per organizzare un evento di beneficenza, chi partecipa deve sapere fin da subito a chi saranno destinati i fondi e perché. Un’associazione può avere tutto l’interesse a promuoversi con l’evento. Così, può raccontare le diverse attività che fa per chi ha bisogno, perché lo fa, ecc.

Un’altra attività o un privato possono organizzare un evento di beneficenza per aumentare la propria notorietà, o semplicemente per fare del bene nel proprio territorio. In questo caso, l’attività può decidere di donare direttamente acquistando qualcosa e occupandosi poi della distribuzione; oppure di fare un bonifico ad un’associazione o un ente di beneficenza.

Se si sceglie questa seconda opzione, l’associazione che deve ricevere il denaro deve essere coinvolta direttamente nel progetto. Se non è possibile, l’associazione deve autorizzare almeno all’utilizzo del marchio e dichiarare di essere consapevole di quanto si sta facendo a favore della propria attività di volontariato.

3 idee per organizzare eventi di beneficenza

Organizzare un evento di beneficenza non è un’impresa facile e ci vuole un po’ di creatività per riuscirci. Ecco alcune idee che puoi utilizzare per trasformare il tuo evento di beneficenza in un’occasione per fare del bene.

Le ricorrenze

Le ricorrenze attirano molto le persone e si collegano molto bene agli eventi di beneficenza. Nel giorno della Festa della Donna le persone sono più propense ad aderire ad iniziative di sostegno per le donne. Tantissime associazioni utilizzano le ricorrenze per offrire dei regali speciali per ringraziare quanti decidono di donare. C’è chi dona del cioccolato a Pasqua e chi regala stelle di Natale nel periodo natalizio.

Gli eventi di beneficenza devono essere organizzati con largo anticipo, per vedere anche in quale giorno della settimana cade la ricorrenza. Nel weekend, le persone sono più libere rispetto agli altri giorni e possono partecipare più volentieri agli eventi. Anche l’orario si deve scegliere con cura.

Una cena di beneficenza

Una cena di beneficenza, magari con l’intervento nell’organizzazione di un’attività ricettiva, è un tipo di evento molto utilizzato negli Stati Uniti. Questo tipo di eventi è esclusivo e si accede tramite invito. Poi, è più facile organizzare una diretta in streaming per chi non poteva partecipare all’evento per qualsiasi motivo, invitando comunque anche le persone che sono rimasti a casa a donare. La cena di beneficenza può avere un menù fisso, dove una percentuale precisa viene data in beneficenza ed è definita subito.

Una campagna di tesseramento

Un’associazione di qualsiasi tipo, non per forza no-profit, può approfittare di una campagna di tesseramento per realizzare un evento. Così, si promuove l’associazione che organizza è quella che provvederà materialmente alla beneficenza insieme.

Una campagna di tesseramento prevede anche una campagna pubblicitaria. Così, si possono promuovere insieme la beneficenza, il tesseramento, e le due attività delle due associazioni. I costi pubblicitari sono ridotti e per chi volesse partecipare ci sono più motivi per farlo.

Questo tipo di evento ha lo svantaggio che serve un’organizzazione molto precisa e le varie associazioni devono scrivere nero su bianco cosa vogliono fare e come intendono farlo, per potersi impegnare ed eventualmente richiedere delle sponsorizzazioni.

Pin It