Carroattrezzi Roma: cosa fare in caso di auto in panne

Sarà capitato a tutti di guidare un’automobile che improvvisamente, per un motivo all’apparenza inspiegabile, rimane in panne. Seppure questa sia un’eventualità tutt’altro che remota, molto spesso si viene presi dal panico, vuoi per inesperienza vuoi perché magari ci si trova in una zona isolata.

Esiste però una procedura da mettere in atto quando si rimane fermi per strada, ed è importante seguirla sia per la propria sicurezza che per l’incolumità degli altri automobilisti. Vediamo dunque qual è il modo migliore di comportarsi e cosa fare in caso di auto in panne.

Auto in panne: niente panico

La prima cosa da fare in questa situazione è mantenere la calma. In un mondo sempre più tecnologico e connesso, è praticamente impossibile non riuscire a chiamare i soccorsi. In effetti, dopo aver appurato che l’auto non riparte in alcun modo, andrebbe subito contattato il servizio carroattrezzi.

I professionisti che presteranno la loro assistenza potranno a quel punto intervenire in due modi:

    • effettuando un sopralluogo sul posto, per capire se il guasto sia facilmente risolvibile;
    • trainare l’auto in officina in caso di riparazioni più laboriose.

Per questo motivo è importante segnalare al servizio assistenza cosa potrebbe essere accaduto (se si è in grado di capirlo). È utile ad esempio riferire delle eventuali spie accese, o far presente che si è sentito un rumore specifico. In questo modo i tecnici saranno in grado di prestare un servizio più mirato.

Mentre si attende l’assistenza però, che in alcuni casi potrebbe tardare (specialmente nelle grandi città sempre più congestionate), è importante mettere in atto alcune buone norme di sicurezza. Vediamole.

Cosa fare mentre si attende il carroattrezzi

Va specificato a questo punto anche un altro aspetto L’auto può restare in panne per due motivi principali:

    • perché si è verificato un guasto improvviso
    • perché si è rimasti coinvolti in un incidente.

Nel secondo caso, prima di far rimuovere l’auto, è necessario allertare le forze dell’ordine, per i rilevi del caso. Se invece il guasto è il motivo dell’auto in panne, è necessario mettere la zona e l’auto stessa in sicurezza. Si deve quindi posizionare il triangolo d’emergenza alla distanza necessaria, soprattutto se l’auto si è fermata dopo una curva o un dosso che ne impedisce la visuale.

È opportuno anche accendere le luci di emergenza e indossare, mentre si attende il carroattrezzi, il giubbino catarifrangente, specialmente se c’è poca visibilità come in caso di nebbia o di crepuscolo.

Può essere utile anche, ma solo se si è pratici ed esperti, provare a verificare il tipo di guasto occorso, che può essere di diversa natura:

    • meccanico:
    • elettrico
    • da mancanza carburante
    • da urto sul manto stradale.

Come detto, questo servirà a chi interviene. Ci sono poi delle cose che, al contrario, devono essere evitate, sia per non incorrere in multe, sia per non mettere gli altri automobilisti in condizioni di pericolo. Come prima cosa non va spostata la macchina in altri modi se non con il carroattrezzi.

Si potrebbe credere erroneamente che l’auto possa essere trainata anche da un altro veicolo (magari chiamando in soccorso un amico). Questo va evitato, perché solo i professionisti con carroattrezzi abilitati e idonei possono portare l’auto in carrozzeria.

Oltretutto, ai fini dell’eventuale garanzia, lo spostamento autonomo potrebbe causare danni irreversibili e far cadere l’assistenza attiva. In secondo luogo poi non si dovrebbe mai abbandonare l’auto. Si potrebbe credere in questo caso che possa essere utile andare a cercare aiuto, magari fermando altri automobilisti o agenti stradali. Non va mai fatto, perché si rischia di esporsi ad investimenti, oltre che ad ulteriori danni all’auto. Va sempre tenuto a mente poi che si risponde civilmente dei danni cagionati dalla propria auto incustodita.

Se si ritiene che l’auto intralci la carreggiata o che sia posizionata in una zona a rischio, allora si può allertare anche la polizia stradale o municipale affinché delimiti l’area. Questo vale soprattutto se dalla macchina fuoriescono fiamme o fumo.

Eventualmente si può spostare per un breve tragitto l’auto affinché esca dalla carreggiata e si posizioni in una vicina area di sosta, che non sia però distante e visibile dal luogo segnalato all’assistenza.

Come abbiamo detto poi è assolutamente vietato non seguire gli accoglimenti a norma di legge:

    • il triangolo non deve essere posizionato in prossimità dell’auto, cosa che sarebbe inutile. La distanza giusta è ad almeno 50 metri dalla parte posteriore. In questo modo chi sopraggiunge in strada lo vedrà almeno 100 metri di arrivare all’auto stessa;
    • le colonnine di emergenza non andrebbero infine usate con leggerezza. Se si è già contattato il servizio di carroattrezzi ed eventualmente anche le forze dell’ordine, è inutile avviare una chiamata di SOS.

Seguendo queste semplici norme di comportamento, si potrà attendere il carroattrezzi in sicurezza.

Fonte: Carroattrezzi Roma.

Pin It