Come pulire un termosifone

La pulizia dei termosifoni è un’operazione che deve essere svolta con cura dato che, così facendo, si evitano grossi danni allo strumento stesso.
Ecco cosa tutto occorre conoscere della procedura di pulizia e come questa deve essere svolta.

La pulizia del termosifone, perché svolgerla

Il termosifone deve essere necessariamente essere pulito con cadenza quotidiana in quanto il calore prodotto potrebbe comportare l’accumulo di sporcizia e per evitare che possano nascere difficoltà durante l’uso, è bene svolgere questo lavoro preciso che consente di prevenire una serie di situazioni tutt’altro che positive.
Ovviamente occorre considerare anche i diversi procedimenti che devono essere svolti affinché sia possibile rimuovere totalmente la sporcizia ed evitare che lo strumento possa subire dei grossi danni.

La pulizia quotidiana del termosifone, come svolgerla

La pulizia quotidiana del termosifone deve essere svolta in modo semplice, senza che si debba ricorrere a delle soluzioni complicate che possono creare non poche difficoltà.
In questo caso, la soluzione migliore è rappresentata dall’utilizzo del detersivo di Marsiglia, il quale deve essere leggermente diluito in una bacinella contenente acqua tiepida.
Una volta ottenuto il composto per la pulizia è fondamentale bagnare un panno e passarlo sullo strumento in questione o, in alternativa, utilizzare uno spruzzino e detergere il termosifone.
Svolta tale procedura occorre assicurarsi che il prodotto abbia agito per qualche minuto per poi strofinare il termosifone utilizzando un panno.
Non occorre applicare una forza eccessiva ma, al contrario, è meglio spendere qualche minuto aggiuntivo per assicurarsi che la pulizia avvenga in profondità e permetta la rimozione della polvere e della sporcizia.
Ovviamente occorre sciacquare ripetutamente il panno affinché sia possibile evitare che la polvere venga nuovamente posizionata sul termosifone.

Successivamente occorre procedere un panno non abrasivo e asciugare il termosifone affinché sia possibile rimuovere i residui d’acqua e prodotto.

La pulizia completa e periodica del termosifone

Qualora si voglia avere la sicurezza che il termosifone venga completamente pulito e siano rimosse le tracce di ogni residuo di sporcizia, occorre preparare un composto che tenda a essere leggermente più aggressivo ma che, al contempo, consenta la rimozione di ogni potenziale traccia di sporcizia.
In questo caso è importante creare un composto formato da un litro d’acqua e un bicchiere di alcol e uno di aceto.
Il composto si deve amalgamare e successivamente deve essere versato in uno spruzzatore, con il quale occorre bagnare il termosifone.
Il composto deve essere lasciato libero di agire per almeno due minuti e trascorso questo lasso di tempo è importante strofinarlo con un panno, specialmente nelle zone dove la sporcizia tende a essere maggiormente incrostata.
Così facendo si ha la concreta opportunità di rimuovere anche i residui di ruggine e non solo, facendo tornare a risplendere il termosifone.

Questa procedura deve essere seguita dalla rimozione del prodotto con un apposito panno e allo stesso tempo è importante usare l’acqua per essere certi che il composto prima creato non continui ad agire sullo strumento in questione.
A questo punto occorre asciugare il termosifone prima di azionarlo.

Per assicurarsi che il pavimento non venga sporcato, è necessario utilizzare i fogli di giornale da posizionare sotto il termosifone.
Tale procedura deve essere svolta almeno una volta ogni 2 settimane, affinché si abbia la concreta opportunità di rimuovere completamente lo sporco che, molto spesso, tende a insidiarsi nel termosifone e che potrebbe comprometterne l’utilizzo quotidiano.

Pin It