Grazie ad Audi le strade diventeranno più sicure

E’ di questi ultimi giorni la notizia secondo la quale la nota casa automobilistica Audi introdurrà sul mercato una nuova tecnologia che permetterà di comunicare tramite l’auto senza utilizzare le mani per accedere ai comandi.

La tecnologia Audi CV2X

La nuova tecnologia Audi, nominata CV2X ovvero l’acronimo di Cellular Vehicle to Everything, nasce in associazione col Dipartimento dei Trasporti della Virginia e del Qualcomm, e ha come scopo quello di aumentare la sicurezza sulle strade.

Attraverso la banda di comunicazione wireless, le vetture Audi riusciranno a rintracciare la presenza di cantieri, in modo da fornire al guidatore delle indicazioni alternative che possono scongiurare la presenza di code e di traffico.

Un nuovo modo di comunicare firmato Audi

Secondo le recenti direttive, qualora vi fossero dei cantieri presso i quali gli operai esibissero giubbotti dotati di questa tecnologia, essa sarebbe in grado di inviare dei segnali alle vetture Audi, informando il cliente della presenza del cantiere prima che questo sia visibile all’orizzonte.

Successivamente il sistema si presterebbe a fornire delle indicazioni qualora vi siano delle corsie chiuse, e si adopererà al fine di trovare dei percorsi alternativi non intasati dal traffico.

Questa tecnologia deve essere sottoposta ad ulteriori miglioramenti, in modo da consentire alle varie vetture di comunicare fra loro trasmettendo le informazioni relative alle infrastrutture stradali e tutti i problemi che ne possono derivare. Questo passo avrà molta importanza nella storia, poiché si andrà a convogliare la presenza di più tecnologie che riusciranno a rendere sempre più autonoma la guida di un veicolo.

Secondo il pensiero di Audi, questa tecnologia permetterà di accedere a diverse applicazioni attraverso un aiuto che potrà essere emanato dai governi nazionali e locali, e attraverso una collaborazione al fine di espandere la sicurezza stradale e rendere possibile ogni tipo di comfort.

Il display di avviso

Questa tecnologia alternativa ha come scopo quello di proporre dei percorsi alternativi al fine di scongiurare incidenti causati anche dalla distrazione che spesso assale chi guida. Il sistema si occuperà di inviare sul display questi messaggi di allerta qualora si verificassero dei rallentamenti osi notasse la presenza di operai sul tragitto. Questo messaggio verrà inviato anche nel caso si debba necessariamente cambiare corsia, e con il tempo permetterà ai conducenti di avvisarne altri qualora sussistano questi problemi.

Le novità future

Negli anni a venire, qualora questa tecnologia abbia successo, sono già definite alcune novità che potrebbero essere correlate alle prime.

Questa nuova misura di sicurezza marchiata Audi ha come intento quello di collegare l’auto ai semafori delle città, in modo da scoprire in quali zone è possibile passare tranquillamente, oppure in che modo regolare la velocità della propria vettura al fine di godere dell’onda verde, che permette di attraversare la strada prima che scatti il rosso. Questa nuova tecnologia che attualmente è prevista per alcune città selezionate, è stata testata in Virginia a bordo di un Audi Q8.

Si sta già pensando a dei possibili miglioramenti al fine di poter applicare questa tecnologia gli scuolabus, in quanto si vuole garantire un livello di sicurezza elevato ai conducenti di questi mezzi che spesso devono percorrere strade pericolose.

In questo modo essi potrebbero evitare i punti di maggior raccolta, andando a diminuire la possibilità di generare ingorghi e incidenti che potrebbero renderli responsabili di molte vite umane.

Nonostante l’avvento di queste tecnologie formidabili che sicuramente porteranno una grande novità nel campo automobilistico e della sicurezza, ricordiamo di guidare sempre con prudenza concentrandoci esclusivamente sulla strada e non utilizzando il cellulare, che al giorno d’oggi si rivela essere la causa principale degli incidenti dovuti alla distrazione dei conducenti.

Un piccolo gesto di premura che può salvare la tua vita e quella degli altri.

Pin It